Un percorso a misura di disabili entro l’estate

Un percorso a misura di disabili entro l’estate

CORDENONS. Un tragitto a misura di disabili. Ma anche di anziani e di tutte quelle persone che sono costrette a muoversi, anche per un periodo breve, in carrozzina.

È quello che nascerà tra piazza della Vittoria e la piscina di via Cortina. «Un tragitto liscio evidenzia l’assessore Giuseppe Netto che permetterà a tutti di muoversi senza trovare ostacoli. Nel progetto c’è anche il cambiamento di alcune pendenze che, per dirla tutta e per essere sinceri, risultano essere difficoltose anche per i normodotati. Questo è soltanto un piccolo intervento all’interno del Peba, il Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche che sarà definitivamente pronto entro l’estate». I primi interventi (il costo è di 90mila euro) saranno visibili soprattutto all’interno del parco Robinson. «Abbiamo incontrato la ditta che si è aggiudicata l’appalto sostiene Netto e dal momento che dovrà entrare all’interno del parco verde con delle macchine, si presume che i lavori non partano prima della fine di febbraio e l’inizio di marzo. Questo ovviamente per non devastare intere porzioni di parco». Presto Cordenons abbraccerà Un parco per tutti, il progetto in parte finanziato dal Ministero dello sviluppo economico che metterà a norma l’area verde. Attraverso l’abbattimento delle barriere architettoniche, verrà reso accessibile anche ai disabili. «Da parte di questa amministrazione – ricorda Netto – c’è stata sempre una certa sensibilità nel recepire le richieste dei cittadini. Nel caso specifico con l’assessore Buna avevano portato all’attenzione della giunta la necessità di posizionare nel parco di piazza della Vittoria un gioco, che constasse di diverse opzioni, utilizzabile da tutti i bimbi. Anche quelli portatori di disabilità. Il parco Robinson è, per eccellenza, il parco dei più piccoli. Al suo interno sono presenti anche altri giochi, alcuni dei quali, tuttavia, necessitano di essere sostituiti con altri meglio funzionanti. Un po’ alla volta, soldi permettendo, provvederemo anche a questa operazione». Il finanziamento ministeriale è arrivato come una manna dal cielo. «Da qui ricorda Netto partiremo con nuove sfide. Le prossime amministrazioni, in quanto ad abbattimento delle barriere architettoniche, dovranno concentrarsi in particolare su scuole e viabilità. Su questi versanti Cordenons è fermo da 30 anni». (Al.Co.)

Da Il Gazzettino del 04.01.2020

admin

Lascia un commento