Interventi Straordinari per lo sviluppo economico del LITORALE LAZIALE

Interventi Straordinari per lo sviluppo economico del LITORALE LAZIALE

E’ stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio (Burl) un bando da 10 milioni di euro (fondi regionali) per riqualificare e rendere più piacevoli accessibili e sostenibili le aree costiere del Lazio.

Il bando è rivolto ai 24 Comuni litoranei (per Roma, il Municipio X), che potranno partecipare singolarmente o anche in forma associata.

Nel quadro del “Piano degli interventi straordinari per lo sviluppo economico del litorale laziale” e previsto dall’art. 41 della legge regionale n. 26 del 2007, il bando prevede la possibilità per gli enti locali di vedersi attribuire un contributo regionale per un massimo del 90% del costo dei progetti presentati, con l’importo concedibile che sarà compreso tra un minimo di 500 mila euro e un massimo di 3 milioni di euro.

E’ inoltre prevista una riserva di 1 milione di euro per Ponza e Ventotene, Comuni insulari cui viene riconosciuto un valore unico da un punto di vista naturalistico, ambientale, e culturale.

Diversi gli interventi che possono essere inseriti nei progetti, con un’impostazione generale orientata a promuovere l’innovazione e l’ecosostenibilità; si va, a titolo di esempio, dal recupero archeologico e architettonico di monumenti, alla realizzazione di piste ciclabili, aree pedonali, parcheggi di scambio e aree verdi, fino a l’installazione di impianti di videosorveglianza, Wi-Fi e di colonnine di ricarica per auto e bici elettriche, realizzazione e riqualificazione degli arredi urbani utilizzando materiali ecocompatibili, installazione di impianti di illuminazione energeticamente efficienti.

Inoltre, per quanto riguarda specificamente gli arenili, potranno essere realizzati varchi di accesso, eliminate barriere architettoniche e realizzate strutture innovative ed ecosostenibili per l’assistenza, la sicurezza e il primo soccorso come postazioni S.O.S. informatizzate, servizi igienici predisposti per il riutilizzo del ciclo delle acque, fontanelle pubbliche, strutture dedicate alla raccolta di bottiglie e contenitori riutilizzabili ecc. Particolare attenzione verrà data ai progetti che vedono il coinvolgimento di università e centri di ricerca.

ATTENZIONE: la determinazione n. G03753 del 3 aprile 2020 ha prorogato la scadenza alle 12.00 dell’8 ottobre 2020.

Le domande devono essere inviate, alla Regione Lazio, “Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Ricerca, Start-Up, Lazio Creativo e Innovazione” – Direzione regionale per lo Sviluppo Economico, le Attività Produttive e Lazio Creativo – Area  “Economia del Mare”  –  Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 – 00145 Roma, con la denominazione “Presentazione di proposta di intervento: Avviso pubblico L.R. 28 dicembre 2007, n. 26 art. 41 (triennio 2019/2021) all’indirizzo PEC areaeconomiadelmare@regione.lazio.legalmail.it, oppure consegnate a mano alla Regione Lazio – Servizio Ricezione corrispondenza.

Da starthinkmagazine (Comunicati Stampa)-7 ore fa

admin

Lascia un commento