Il Museo Ferrari a Maranello (MO)

Il Museo Ferrari a Maranello (MO)

Il nome di Enzo Ferrari è famoso in tutto il mondo per aver creato il mito del Cavallino Rampante nell’automobilismo di gran lusso e sportivo. Ogni Ferrari costruita è come una dichiarazione d’amore simbolica verso l’arte automobilistica abbinata alla tecnica suprema. Questo è il messaggio trasmesso dal “Drake”, come veniva soprannominato Enzo, che ad ogni sua creazione, pensava già al futuro. Ecco perché il Museo Ferrari a Maranello rappresenta una tappa fondamentale per conoscere e capire il motivo per cui Ferrari è sinonimo del Made in Italy nel mondo.

È   qui   che,   scoprendo   il   mondo   Ferrari   di   oggi   e  di  domani  che  affonda  le  proprie  radici  in  un  grande  passato,  si  può  vivere  il  sogno  del  Marchio  riconosciuto come il più forte al mondo.

Un nome simbolo del motorsport, che unisce un intero Paese  e  milioni  di  tifosi  in  tutto  il  mondo:  Scuderia  Ferrari,  la  squadra  di  Formula  1  più  vincente  di  sempre,  compie  90  anni  nel  2019.  Un  anniversario  che  il  Museo  Ferrari  di  Maranello  ha  deciso  di  celebrare con una grande mostra celebrativa: 90 anni – Scuderia Ferrari, la storia completa.

Il   Museo   di   Maranello   ospita   inoltre   la   mostra   “Hypercars”,  dedicata  a  quelle  Ferrari  che  hanno  svolto    un    ruolo    di    apripista    nella    evoluzione    tecnologica  della  Casa.  Tutte le  Ferrari  sono  da  sempre vetture speciali, riservate a pochi e selezionati clienti,  ma  alcuni  modelli  del  Cavallino  Rampante,  sotto  la  spinta  dell’innovazione,  sono  plasmati  da  un’accelerazione   tecnologica   che   definisce   nuovi   standard del settore. È la firma di Maranello su vere e proprie Hypercar: un termine che definisce le pietre miliari nella storia dell’automobilismo.

Una  struttura  avveniristica  che  avvolge  come  in  un  abbraccio  la  casa  dove  nacque  Enzo  Ferrari  dove  vivere,  tra  le  automobili  più  significative  della  sua  vita, la storia del fondatore, come pilota creatore della Scuderia  negli  anni  ‘30  e  come  costruttore  dal  1947.  Una storia raccontata anche da un filmato spettacolare che  avvolge  il  pubblico  e  permette  di  collocare  Enzo  Ferrari nelle diverse epoche, tra piloti, modelli di auto e personaggi noti. Da  febbraio  2019  il  Museo  di  Modena  espone  alcune  delle  vetture  più  eleganti  della  storia  di  Ferrari,  che  hanno dato forma all’estetica delle epoche che hanno attraversato. In un raffinato gioco di rimandi continui e  di  influenze  reciproche  con  le  icone  del  design,  con  le  leggende  della  musica  e  del  cinema,  rivivono  le  emozioni  Ferrari.  Un  esempio  superbo  di  come  un’auto  possa  diventare  un  simbolo  della  bellezza  eterna  e  universale.  Una  bellezza  rara  da  scoprire  nella mostra  “Capolavori senza tempo”.

A questo tuffo nell’emozione, si affianca, nell’officina del  padre  di  Enzo  ora  perfettamente  restaurata,  il  Museo  dei  Motori  Ferrari.  L’area  è  divisa  in  cinque  settori: quello dei motori a basso frazionamento, da 1 a 6 cilindri; quello dei classici 12 cilindri; quello degli 8; quello dei turbo; e, infine, quello della Formula 1.Dove nasce la leggenda

Il museo Ferrari è interamente accessibile a persone con disabilità e dispone di carrozzine pieghevoli per persone con difficoltà di deambulazione.

Il testo è preso dal depliant scaricabile dal sito del Museo, invece le foto sono prese dalla pagina facebook dello stesso.

admin

Lascia un commento